Tutorial Jelly Roll quilt

Tutorial Jelly Roll quilt

Tutorial Jelly Roll quilt

Per fare il mio Jelly Quilt ho scelto un Jelly Roll della collezione Fabric Freedom: la quantità  di tessuto in questo caso è di 3,5 yards pari a circa 3,15 mt con doppie strisce per colore di altezza 2,5” – 6,4 cm.

Un quilt con questa tecnica ha bisogno innanzitutto di  un rapido calcolo per capire quanti Jelly Roll possono servire rispetto alla misura desiderata, specialmente  se abbiamo a disposizione dei rotoli con altezza diversa da questa che vedete. L’etichetta ci aiuta perché ha sempre riportati i metri, o meglio le yards che lo compongono.

PREPARIAMO IL LAVORO

Per cucire usiamo un filo di colore grigio, colore neutro ottimo per tutti i colori delle stoffe.  Prepariamo anche qualche spoletta  piena (ne saranno necessarie più di una) con il piano di taglio e il ferro da stiro a portata di mano.

Consiglio : dedicatevi almeno un pomeriggio per fare questo top. A me sono servite circa tre ore.

COMINCIAMO !

Primo step: unione delle strisce con la tecnica di cucitura a 45° in sbieco facendo attenzione al posizionamento delle strisce, una sull’altra e sempre nello stesso senso, come si può vedere nelle foto.

Terminata la catena delle unioni dobbiamo separare le parti cucite e tagliare ad ¼”. I margini delle cuciture vanno stirati aperti sul rovescio senza vapore.

Ora è finalmente il momento di iniziare il top!

Tagliare circa 40-50 cm della prima striscia di tessuto della catena: questo consente di evitare che due cuciture d’unione siano troppo vicine.

Pareggiamo e cuciamo la prima con l’ultima striscia, cioè le estremità della catena, con i dritti contro, tenendo a riferimento sempre  il margine di 1/4”.  Le strisce devono scorrere piatte fino alla fine della lunga cucitura, quindi attenzione a non attorcigliarle!

Arrivati alla fine della cucitura e con la parte terminale piegata in due, si deve rifilare il tessuto per pareggiare le stoffe e per aprire le due parti.

Stiriamo aperta anche questa lunghissima cucitura: la cosa fondamentale da tenere presente durante questa operazione è di accompagnare i tessuti per non ottenere l’effetto ondulato.

Tips: consigli di patchwork

E’ noto che i tessuti hanno un lato in cui sono stabili, comunemente si dice che “tiene”, ed un altro che “molla” in cui le fibre sono leggermente elastiche. La parte più stabile è lungo la lunghezza del tessuto, cioè l’ordito, mentre quello che molleggia è la trama e cioè l’altezza, ossia i 110 cm nelle stoffe americane.
Quando dobbiamo cucire due pezzi di pari lunghezza, la cucitura va fatta sovrapponendo un lato che molla ad uno che tiene: in questo modo il top sarà uniforme e non dovremo agire pesantemente con il ferro da stiro ed il vapore. E’ luogo comune dire che il ferro da stiro è il ruffiano della sarta ma questo non contempla il patchwork.

Il doppio trasporto

L’effetto ondulato con questa tecnica di unione di strisce potrebbe essere inevitabile perché sono tagliate nel senso della trama, cioè da cimosa a cimosa, e quindi cucire sullo stesso lato elastico dei due tessuti potrebbe darci qualche problema. E’ sufficiente accompagnare la macchina ed il doppio trasporto ci può aiutare molto.

A questo punto le fasi si ripetono: unione partendo dalle due estremità, taglio alla fine della cucitura e stiro dei margini aperti.

E’ una scelta personale fermarsi ad una misura oppure continuare: dipende, come detto inizialmente, da che formato di quilt vogliamo ottenere.
Nel mio caso solo il Jelly Roll non era sufficiente ed ho optato per una cornice rossa e  l’inserimento di fasce per avere un King Size.

In cornici come queste, consiglio di giocare con gli angoli, sia nella composizione sia nella quiltatura. Un angolo mitrato è molto bello da vedere ma deve essere eseguito perfettamente; gli angoli pieni hanno sempre la fascia laterale sormontata da quella superiore e inferiore. Gli angoli mitrati, cioè a 45°, si prestano moltissimo a motivi quiltati con piume e disegni piazzati. Quindi spazio alla fantasia per la quiltatura!

Se questo tutorial ti è stato utile e vuoi una quiltatura professionale per il tuo quilt visita la pagina Quilting: compila il modulo con tutte le informazioni di cui hai bisogno e sarò felice di consigliarti oppure di inviarti un preventivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.